Viaggiare oltre confine

All'estero con la carta verde in macchina
 
Le belle giornate, le vacanze iniziate o che stanno per iniziare … tutto questo contribuisce alla voglia di salire in macchina e viaggiare alla scoperta di luoghi o paesaggi nuovi.
E partire con la propria auto oltre confine è un tipo di vacanza che scelgono oggi in molti.
Ma quali documenti portare con sé per essere sicuri anche oltre frontiera?
Sicuramente è necessaria la carta verde, il certificato di assicurazione internazionale, che permette di far circolare il proprio veicolo in uno stato diverso da quello della sua immatricolazione e ne garantisce la copertura in caso di necessità.
La carta verde viene fornita dalla propria assicurazione ed ha la stessa scadenza della polizza a cui è associata.
 
E’ obbligatoria in Europa e nei paesi che aderiscono alla convenzione internazionale: Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Russia, Tunisia, Turchia e Ucraina. Può esserne acquistata una temporanea anche alla frontiera, in questo caso però i costi potrebbero essere più elevati.
 
Non è invece obbligatoria nei seguenti paesi esteri poiché la polizza di assicurazione R.C.A. comprende l'estensione della garanzia anche in questi Stati: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Cipro, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania,  Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.