Come scegliere l'impianto di riscaldamento più adatto alla propria casa

ci sono diversi modi da considerareper riscaldare la casa
 
Scegliere come riscaldare la propria abitazione non è sempre facile e prima di individuare la soluzione migliore occorre tenere in considerazione diversi fattori quali il tipo di isolamento, le dimensioni, la zona climatica in cui si vive e il costo dei diversi impianti sia per l’installazione che per il mantenimento .
Ma andiamo con ordine. Esistono diversi modi per riscaldare la casa e ciascuno di essi ha i propri pregi.
  • Riscaldamento a pavimento: è il sistema attualmente più utilizzato nelle nuove costruzioni, soprattutto quelle in bioedilizia, e con ampio utilizzo anche nelle ristrutturazioni. Scalda per irraggiamento e questo permette di avere una temperatura costante in tutto l’ambiente. Inoltre le pareti restano libere e si possono arredare senza ingombri.
  • Riscaldamento a parete o battiscopa: è un sistema  molto simile al precedente ma vincola un po’ di più per quanto riguarda la disposizione dei mobili contro le pareti. Il calore scalda le pareti che poi lo cedono all’ambiente. Nel caso del sistema a battiscopa si rivela particolarmente adatto nel caso di ristrutturazioni poco invasive.
  • Termosifoni: sono il sistema più classico e più diffuso nelle abitazioni. Scaldano con il metodo a convenzione che porta l’aria riscaldata verso l’alto formando dei moti convettivi. In questo modo però la parte alta della casa resta più calda di quella bassa portando dispersione del calore.
  • Camino: è un impianto di riscaldamento abbastanza economico e sicuramente ecologico ma con minore resa termica e una manutenzione piuttosto impegnativa. Bisogna infatti prevedere uno spazio adatto a tenere la legna, pensare a portarla al caminetto e fare i lavori di pulizia che questo impianto comporta. 
 
I modi per riscaldare sono diversi, a ciascuna abitazione quello che meglio si adatta. La cosa importante è comunque valutare sempre diverse possibilità prendendone in considerazione aspetti positivi e negativi.