E' ora di accendere i riscaldamenti, ma con un occhio attento a contenere i consumi

Alcuni accorgimenti permettono una casa calda e un risparmio in bolletta
 
Arrivano l’autunno e i primi freddi e arriva anche il momento di accendere il riscaldamento, e che siano termosifoni, stufe o camini si cerca comunque di avere la casa calda evitando sprechi in modo che la bolletta non abbia costi troppo elevati.
Ma come risparmiare senza rinunciare alla giusta temperatura?
 
Ecco qualche consiglio:
  • regolare la temperatura in modo che sia intorno ai 20°. Temperature più alte aumentano inutilmente i consumi e inoltre il troppo calore è dannoso alla salute. In caso di riscaldamento autonomo è possibile tarare la regolazione del termostato in base alle proprie abitudini in modo da avere il giusto calore nelle ore in cui si è in casa
  • aprire le finestre per cambiare l’aria e favorirne un buon circolo è un’ottima abitudine ma sono sufficienti una decina di minuti. Tenere le finestre aperte a lungo con il freddo fa aumentare i consumi per riportare in casa la temperatura scelta
  • i radiatori devono essere tenuti il più possibile sgombri da oggetti per permettere una buona circolazione dell’aria calda
  • è importante spurgare i termosifoni utilizzando la apposita valvola. Questo permette di togliere aria dall’impianto e far passare l’acqua che riscalderà quindi più in fretta l’ambiente
  • anche gli infissi di casa se di buona tenuta e qualità aiutano a non disperdere il calore e quindi a contenere i consumi
 
Questi accorgimenti aiutano a tagliare i costi sulle bollette e a mantenere un buon livello di calore in casa.
Non bisogna però dimenticarsi la manutenzione periodica della caldaia e il controllo dei fumi. Questi vanno fatti da un professionista e mantengono l’impianto in efficienza in quanto eliminano gli sprechi dovuti al cattivo funzionamento della caldaia.