Nel 2016 controlli più severi sulla revisione delle auto

Dal 2016 obbligo di video filmare la revisione per accertarne la regolarità
 
La revisione dell’auto è una pratica necessaria per il rispetto dell’Art. 80 del Codice della Strada in base al quale i veicoli a motore devono essere tenuti in massima efficienza durante la circolazione in modo da garantirne la sicurezza e il rispetto dei limiti di emissione dei gas di scarico.
 
Gli elementi del veicolo coinvolti nella revisione sono principalmente:
  • Dispositivi di frenatura, sterzo e volante
  • Visibilità
  • Assi, ruote, pneumatici e sospensioni
  • Telaio ed elementi fissati al telaio
  • Impianto elettrico
  • Gas di scarico
 
Oggi la normativa in materia di revisioni prevede controlli molto severi e pone l’obbligo ai centri autorizzati di montare nei locali dell’officina apparecchi omologati di video sorveglianza. Ogni revisione deve essere documentata da ripresa ed inviata alla Motorizzazione Civile che la archivierà insieme alla documentazione relativa ad ogni pratica.Questo per comprovare di aver sottoposto il veicolo agli accertamenti obbligatori.
I proprietari delle auto potranno in qualunque momento farne richiesta di copia alla Motorizzazione.
 
Queste nuove regole sono state accolte con fatica dai centri di revisione per il costo dell’impianto che si aggira sui 10.000 euro ma rappresentano un giro di vite in materia di correttezza dei controlli eseguiti e quindi in termini di sicurezza delle auto che ottengono un esito positivo.
Al termine della revisione all’automobilista viene rilasciata l’etichetta con l’esito “positivo” o “ripetere”. 
Nel secondo caso prima di sottoporre nuovamente il veicolo a controllo occorre mettere a norma gli elementi segnalati e poi recarsi a ripetere le revisione con la documentazione comprovante l’avvenuta manutenzione.
Ripetere la revisione comporta l’obbligo di effettuare un secondo pagamento.
 
Restano confermati i tempi entro cui sottoporre il veicolo ai controlli: 4 anni dall’immatricolazione e ogni 2 anni in seguito e il costo di 45 euro se effettuata presso la Motorizzazione Civile e 65,68 euro presso le officine autorizzate.
La mancata revisione del veicolo è soggetta a sanzione amministrativa del pagamento di una somma compresa tra i 168 e i 674 euro. In caso di reiterazione delle violazioni si applica la confisca amministrativa del veicolo con la relativa sanzione accessoria.