Revisione dell'auto, ecco quello che serve sapere

la revisione va fatta ogni due anni in officine autorizzate
 
Revisionare l’auto è obbligatorio (come indicato dal Codice della Strada) per mantenere l’auto in condizioni di massima efficienza per garantire la sicurezza in strada e contenere l’inquinamento.
Sempre secondo il codice della strada (comma 3 dell’Articolo 60) la revisione deve essere disposta entro quattro anni dalla data di prima immatricolazione e in seguito ogni due anni. In caso contrario si è soggetti a sanzione.
 
La revisione può essere fatta presso le officine autorizzate oppure presso gli Uffici provinciali della Motorizzazione civile.
 
Nel primo caso il pagamento viene effettuato direttamente all’officina e potrebbe avere costi aggiuntivi qualora la revisione non venga superata e il veicolo necessiti di interventi per rimetterlo a norma. 
Se invece ci si rivolge direttamente alla Motorizzazione civile occorre fare la prenotazione con in allegato l’attestazione di pagamento effettuato tramite bollettino.
 
Con la revisione nel veicolo si verifica lo stato di :
 
freni, sterzo, visibilità, impianto elettrico, sospensioni e assi pneumatici, telaio, effetti nocivi dei gas di scarico e presenza degli equipaggiamenti richiesti.
 
Al termine della revisione viene rilasciato un tagliando con indicato l’esito del controllo:
 
Revisione regolare se il veicolo ha superato i controlli
Revisione da ripetere qualora vi sia qualche parametro non idoneo all’ efficienza e alla sicurezza della vettura.
 
Il tagliando va allegato alla carta di circolazione.