Furti nelle abitazioni: si possono prevenire?

consigli per prevenire i furti nelle abitazioni
 
Negli ultimi anni in Italia si è avuto un grosso aumento di furti in appartamento. Transcrime istituto di criminologia dell’università Cattolica di Milano, ha condotto una ricerca utilizzando i dati statistici raccolti dal Ministero degli Interni secondo la quale, a partire dal 2004, i furti nelle case sono aumentati del 114%.  Un fenomeno dunque in crescita costante soprattutto nel Nord dove questi reati mostrano un alto livello di pianificazione ed organizzazione.
 
Ma è possibile prevenirli o in qualche modo limitarli?
Piccoli ma efficaci consigli arrivano da un utile vademecum messo a disposizione dai Carabinieri con una serie di accorgimenti per rendere più sicura la nostra abitazione:
  • La porta o il portone di casa devono essere sempre chiusi e sarebbe bene farsi installare una porta blindata con spioncino o serratura di sicurezza
  • Installate degli antifurti e attivate l’allarme ogni volta che uscite
  • Sulle targhette dei campanelli o dei citofoni mettete solo il cognome in modo tale da non dare l’esatta indicazione di quante persone abitano la casa
  • Se vivete soli in una casa isolata non fatelo sapere a chiunque e non avvisate tutti in caso di assenze prolungate da casa
  • Se notate manomissioni nella serratura o segni particolari vicino alla porta fate subito una segnalazione alle forze dell’ordine. La collaborazione con loro anche solo per segnalare situazioni sospette o anomale aiuta certamente a monitorare la situazione.
 
Questi sono solo alcuni dei molti comportamenti che, se adottati come abitudine, possono ridurre il rischio di intrusioni sgradevoli.
Ma nel caso succeda, non toccate nulla e avvertite subito la polizia o i carabinieri.