In vacanza coi quattrozampe, ma come trasportarli?

Per trasportare cani e gatti bisogna seguire le regole delle compagnie e controllare che siano in regola con le vaccinazioni
 
Secondo l’associazione nazionale medici veterinari italiani circa 2 milioni di pelosetti quest’anno si metteranno in viaggio per andare in vacanza coi loro proprietari. Ma prima di partire coi nostri amici quattrozampe occorre scegliere il mezzo di trasporto più idoneo e verificare con il veterinario di fiducia che siano a posto anche dal punto di vista medico sanitario.
  • Gli animali domestici che si mettono in viaggio devono essere in regola con le vaccinazioni; in alcune regioni italiane o paesi europei è obbligatoria l’antirabbica e se si esce dall’Europa spesso occorre una adeguata profilassi per la filaria o malattie come la leishmaniosi. È inoltre sempre meglio effettuare un trattamento preventivo contro parassiti come pulci e zecche.
  • Se si viaggia in treno, in nave o in aereo occorre sempre controllare prima quali sono le regole della compagnia scelta per verificare se l’animale deve viaggiare in un trasportino e se può stare accanto al padrone o deve occupare un apposito spazio.
  • Il trasporto in auto, ove possibile, risulta il più semplice sia per il pelosetto che per chi viaggia con lui. Permette infatti diverse soste da gestire in piena autonomia a seconda delle esigenze dell’animale. Il gatto viaggia in un apposito trasportino mentre il cane deve viaggiare separato dall’abitacolo da una apposita rete.
Può essere utile informarsi sulla presenza di uno studio veterinario nei dintorni e in tal senso può essere utile un sito istituzionale che inserendo il cap fornisce indicazioni sui medici veterinari più vicini.
 
Raggiunta la meta della vacanza bisogna osservare le regole della struttura ospitante, comportarsi in modo da non arrecare disturbo …. e godersi le giornate estive in compagnia dei propri pelosetti!