Bollo auto e canone rai sono le tasse meno pagate dagli italiani

bollo auto e canone rai sono tasse odiate dagli italiani e le meno pagate
 
Il bollo auto e il canone Rai sono le due tasse più odiate … e anche le meno pagate.
Ma vediamole una alla volta.
 
Il bollo auto è la tassa dovuta da chiunque sia proprietario di un veicolo in base alla potenza effettiva espressa in Kilowatt. Si paga per il possesso del mezzo, indipendentemente dal suo utilizzo.
L’importo va versato alla Regione, ha un anno di validità ed è calcolato su tabelle reperibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate o dell’ACI .
Il pagamento di questa tassa fa molto discutere soprattutto perché è una tassa tutta italiana, non presente negli altri paesi dell’Unione Europea. Nonostante tutte le discussioni sulla legalità o illegalità del bollo, la tassa automobilistica va pagata anche perchè il mancato versamento comporta un aumento della cifra in base al tempo trascorso. Per non incorrere in nessuna sanzione, il pagamento va effettuato entro il mese successivo a quello di scadenza.
 
Il canone Rai si paga per il possesso dell’apparecchio televisivo, indipendentemente dal suo utilizzo.
Il pagamento deve essere fatto entro il 31 gennaio, per i ritardatari viene applicata una sanzione.
L’esenzione spetta a chi ha compiuto 75 anni e ha un reddito annuo lordo non superiore a 6.713,98 euro come ISEE.
Dare disdetta è piuttosto complesso. 
Bisogna comunicare infatti con una raccomandata alla Agenzia delle Entrate il mancato possesso di apparecchi televisivi, la cessione degli apparecchi con indicate le generalità del nuovo proprietario o chiedere il suggellamento tramite appositi involucri in modo da inibirne l’utilizzo.