Bambini e digitale: rendere sicuro il loro accesso in rete

filtrare le informazioni internet a cui accedono i bambini
 
I nostri figli sono una generazione “digitale”, per loro l’uso del pc e la navigazione in internet fanno parte del quotidiano. La frequenza e l’abilità con cui accedono a dispositivi digitali per navigare sul web preoccupano i genitori, soprattutto per la quantità e la qualità di siti e informazioni a cui possono accedere.
 
Ci sono tuttavia vari strumenti che permettono di  filtrare e monitorare le informazioni a cui farli accedere.
Vediamoli nel dettaglio:
  • E’ possibile filtrare direttamente i contenuti da visualizzare tramite l’uso di DNS appositi.
Un DNS è un protocollo che regola il funzionamento del servizio, i programmi che lo implementano e i server su cui girano. Può quindi essere “regolato” a seconda delle esigenze in modo tale da bloccare l’accesso a determinati siti, ad esempio quelli con contenuti per adulti. 
  • È possibile controllare tutto quello che i nostri figli fanno al pc.
Ci sono programmi da installare gratuitamente o a pagamento, a seconda del grado di controllo che si vuole raggiungere che forniscono una lunga serie di informazioni utili.
Permettono non solo di sapere se stanno facendo ricerche o se sono sui Social Network ma informano anche sul tipo di contenuti condivisi e con chi. 
  • E’ possibile attivare una funzione di reportistica con cui ricevere con costanza il monitoraggio delle attività svolte da pc, tablet o cellulare e richiedere l’invio di un alert istantaneo in caso di conversazioni sospette o visite a siti ritenuti potenzialmente pericolosi.
 
Strumenti  dunque ad hoc per i genitori ce ne sono molti; occorre informarsi e scegliere quello più idoneo alle proprie esigenze. Questi sistemi di controllo permettono ai bambini e agli adolescenti  una  navigazione in rete più sicura e sono di aiuto nell’insegnare loro un uso responsabile della tecnologia a disposizione.