Respirare aria pura in casa aiuta a stare meglio

mantenere l'aria pulita in casa può evitare o alleviare asma e allergie
 
L’aria che respiriamo in casa non sempre è sufficientemente purificata e può causare malesseri come allergia, emicrania o asma.
A volte i detergenti usati nelle pulizie domestiche, i materiali di cui sono fatti i mobili o gli oggetti presenti dentro casa o anche una scarsa aerazione possono provocare fastidi alla pelle o alle vie respiratorie.
Una prima e immediata soluzione è l’acquisto di un purificatore d’aria, facilmente recuperabile in commercio con prezzi che partono dai 100 euro circa e salgono a seconda delle caratteristiche e delle prestazioni.
Oppure si possono mettere in pratica dei rimedi più ecologici.
  • Per le pulizie domestiche scegliere detergenti naturali. Aceto, limone e bicarbonato di sodio sgrassano e disinfettano vetri, stoviglie e pavimenti senza creare vapori tossici spesso presenti nei detersivi e dannosi alla salute.
  • Muffa e umidità peggiorano la qualità dell’aria. Per evitarle o ridurle il più possibile occorre aerare spesso i locali ed eliminarne le tracce usando aceto bianco miscelato con acqua e bicarbonato di sodio o un estratto di semi di pompelmo.
  • Anche le piante possono essere d’aiuto in quanto assorbono le tossine e aiutano ad ossigenare l’ambiente.
  • Infine eliminare il più possibile i materiali tossici presenti in pitture, tessuti o rivestimenti. Meglio tinteggiare con vernici ad acqua, preferire le piastrelle alla moquettes e usare tappeti, tessuti e materassi in materiale naturale non trattato come cotone, lana o lattice naturale