Il nostro modello organizzativo

Intesa Sanpaolo Assicura, consapevole del ruolo che svolge e delle attese che hanno i suoi Clienti, si è data degli obiettivi importanti e ambiziosi e delle regole di comportamento che devono portarla ad offrire i più elevati livelli di servizio.

Codice di comportamento

Il Codice Interno di Comportamento di Gruppo definisce le norme di comportamento degli esponenti, dei dipendenti e dei collaboratori esterni che, nell'ambito delle loro funzioni, sono tenuti ad esercitare le loro attività con professionalità, diligenza, onestà e correttezza, perseguendo l'interesse della Società e del Gruppo, dei Clienti e degli Azionisti.

Consulta il codice di comportamento.

Codice etico

Il Codice Etico, approvato dal Consiglio di gestione e dal Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo S.p.A., è stato recepito dal Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo Assicura; esso esprime la visione di responsabilità sociale e ambientale ed i valori di riferimento del Gruppo nei confronti di tutti gli interlocutori del gruppo (Clienti, Fornitori, Azionisti, Collaboratori, la Comunità e l'Ambiente) e pertanto i valori di riferimento ed i principi di condotta ivi contenuti sono da ritenersi estesi a tutto il Personale.

Consulta il codice etico.

Modello organizzativo

Il Modello di organizzazione, gestione e controllo ha lo scopo di introdurre e rendere vincolanti in Compagnia i principi e le regole di comportamento rilevanti ai fini della ragionevole prevenzione dei reati indicati nel decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231. Tale Modello è stato approvato dal consiglio di Amministrazione della Compagnia.

Il Decreto, recante la "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica", ha introdotto nell'ordinamento giuridico italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti (da intendersi come società, associazioni, consorzi, ecc.) per reati tassativamente elencati e commessi nel loro interesse o vantaggio. La responsabilità dell'Ente si aggiunge a quella della persona fisica, che ha commesso materialmente l'illecito, ed è autonoma rispetto ad essa.

Consulta il documento illustrativo del Modello 231.